Scaramucci

Emanuele Scaramucci

Intervista a Emanuele Scaramucci (Architetto)

  • A cosa lavori attualmente e quale approccio scegli nel tuo lavoro.
  • Puoi parlarci delle tue esperienze all’estero?
  • Cosa consiglieresti a un giovane architetto appena laureato.
  • Qual è il progetto più intrigante che ti piacerebbe realizzare.
  • La tua attività in una parola.
  • Registrazione effettuata il 29 maggio 2014

    About the Author
    Emanuele Scaramucci (Ascoli Piceno, 1984). Studia Architettura all’università “La Sapienza” di Roma e presso il Royal Instute of Tecnology (KTH) di Stoccolma. Compie esperienze lavorative presso studi internazionali (Massimiliano Fuksas, sede di Roma – David Chipperfield Architects, sede di Milano). Nel 2010 lavora a Pechino (Cina) nell’ambito di una collaborazione internazionale tra studi italiani e cinesi. Subito dopo l’esperienza cinese crea il ramo “Architettura” dallo studio di Ingegneria Scaramucci e nel 2013 ottiene numerose pubblicazioni nazionali e internazionali. E’ finalista al Premio Fondazione Renzo Piano per architetti under 40 e nominato dalla giuria internazionale al Mies van der Rohe Award di Barcellona. Ancora nel 2013 relatore al meeting internazionale di architettura di Selinunte. Tra i progetti realizzati e in corso di realizzazione: Casa Paeco, Castel di Lama (AP) 2012; Villa in travertino, Appignano del Tronto, 2012; La casa “senza tempo”, restauro di un casale, Castignano (AP) 2012; Nuova Cantina Siliqvini, Castel di Lama (AP) 2013; Gioielleria Coccia&Oddi, Ascoli Piceno 2013; Casa Franky, Appignano del Tronto 2014.

    Sito: www.studioscaramucci.it
    E-mail: emanuele@studioscaramucci.it