Nudo di donna 2.0

Luisa | Roberta | Simona | Clara | Sara | Gabriella | Virginia | Olga | Franca

CLARA
03/01/2016
00:02 Alessandro: Rimani il mio sogno. Buona notte
10:32 Clara: Provo a spiegarmi. I sogni per farli diventare vita hanno bisogno di cura e per te sono stata solo un sogno e spesso nulla, tanto da non considerare nemmeno lontanamente le mie parole. La vita in due non è un esperimento perché può costare caro. La vita in due è una scelta di coscienza non un sogno. Potevamo sognare a 20 o 30 anni. Io ho provato a spiegarmi, a farti presente tante e troppe volte cosa secondo me avremmo dovuto fare per rendere vivibile un sogno senza che si trasformasse in disperazione e distruzione. Non hai voluto o potuto. Spero che adesso sia chiaro. La mia non è mai voluta essere una condizione ma una soluzione o l’unica strada da percorrere per non farci male. Per rendere un sogno la realtà. Per poter desiderare liberamente di essere ciò che siamo senza ricatti emotivi e oppressioni. Ti avrei sposato, visto i tuoi figli crescere, cresciuto i nostri e ti avrei amato fino alla fine dei nostri giorni. Questo è quanto.
12:22 Alessandro: Peccato…mi spiace tanto davvero. Non ti disturbo più
12:36 Clara: Non ci credo, perdonami, al tuo dispiacere in merito. Chi ama davvero si mette in discussione, prova, ascolta, non sta lì fermo a dire ti aspetto tanto questa è la minestra o buttati dalla finestra. Cmq te l’ho detto infinite volte senza risultato. E potrei ripeterlo fino nella tomba ma il tuo pseudo amore non è mai stato tanto vero e profondo da consentirti di farti qualche domanda. Pensi di essere perfetto e morirai con quella convinzione. Non c’è da dire mi dispiace o non disturbo più. Sono parole buttate qui senza contenuto e prive di significato. Come dire ti amo ad effetto, ma senza cognizione dei limiti. Odio ormai parlare d’amore se non lo vedo se non lo sento se non vuoi vedermi (e non intendo la fisicità). Per me oggi sono solo parole che se nn accompagnate dai fatti, da qualcuno che mi riconosca, che mi chieda, a cui poter chiedere, a cui poter dire senza il timore di essere abbandonata, a cui donare tempo e farmelo donare, con la libertà di desiderare, senza paura di perdersi, non è amore.
12:39 Alessandro: Sono sicuro troverai ciò che cerchi.

04/01/2016
00:43 Alessandro: Buona notte
09:28 Alessandro: Sarà una giornata lunga da passare. Che la tua sia migliore della mia. Un grande bacio amore mio.

05/01/2016
00:57 Alessandro: Finito! Buon riposo
09:38 Alessandro: Dormito bene? Spero di si. Questa mattina mi riposo, nel pomeriggio pz poi i ragazzi
09:55 Clara: Dormito bene grazie all’oppio! I miei soliti dolori/ compressioni pubiche che causano cistiti e perdite. Oggi lavoro a casa e grazie del pensiero
10:14 Alessandro: Così poco spazio tra di noi ma cosi lontani! Dovrò rassegnarmi a queste risposte senza cuore… Che cosa brutta, preferisco litigare!
10:16 Clara: Te l’ho fatto notare così tante volte…e te ne accorgi solo adesso!
11:36 Alessandro: Non ho sentito il cell…meglio così almeno non ho avuto il dubbio se risponde o meno. Ricorda cosa voglio dalla tua prossima telefonata. Altrimenti attacco! Non è un ricatto ma difesa. Grazie amore mio
11:37 Clara: E’ un alibi. E tu pensa a cosa avrei voluto io. Prego
11:57 Clara: *ovviamente chiedere di pensarci a te è superfluo. Cmq volevo chiederti un’opinione medico scientifica che certamente non vorrai darmi avallando scuse
13:07 Alessandro: Certo potrai avere quello da medici e persone più qualificate di me! Io avrei da dare molto di più. Alla fine questa è la nostra storia. Ma che parlo a fare, hai la tua idea e non la cambierai mai me ne devo fare una ragione anche se è difficile.
13:07 Clara: Risposta ovvia. Ma che ho parlato a fare io!
13:08 Clara: Scusa ma sono diventata davvero intollerante. Ed io nn rispondo in base ad idee o principi orgoglio o quanto altro. Solo i fatti rispondono per me ed il dolore che ho provato.
13:23 Clara: Ciao
13:27 Alessandro: Ciao
22:11 Clara:
23:08 Alessandro: Perché fai così? Perché mi hai mandato la foto? Non capisco! Prima mi fai capire che non mi vuoi e poi? Non riesco a dormire e domani la giornata non finisce quando porto i ragazzi dalla mamma…mi distruggi. che tu ci creda o no. In ogni modo mi manchi tanto tanto tanto. Non mi accetti più per quello che sono lo capisco e va bene, non posso cambiare di molto e tu non mi sopporti più. Allora non mi cercare più ti prego.

06/01/2016
01:23 Alessandro: Io non posso non starti vicino mi spiace. Senza te significa senza nessuno. Questo non ti vuole dare responsabilità o pesi è solo la mia scelta che voglio condividere con te. Mi spiace stia ancora male ma vedrai presto ti rimetterai e starai bene. Fidati
12:09 Clara: La foto è stata per malinconia di ciò che siamo stati. E grazie per foto ed audio di cui nn sapevo l’esistenza. Alessandro, non siamo riusciti ad essere quello che potevamo e questo mi riempie di tristezza e dispiacere al punto che vivo ad oggi noi due come il più grande rimpianto. Perché anche se non mi crederai come sempre avrei voluto viverti accanto per tutta la mia vita. Mi hai tolto tanto; mi hai dato tanto. Ma il punto focale è che nn mi sono mai sentita riconosciuta davvero da te. Ma sono esistita solo quando stavi bene. Ho bisogno imprescindibile di essere riconosciuta emotivamente al punto di sentirmi libera di amare essere amata senza paure solo con imbarazzo della bellezza di un amore sano e puro. Voglio desiderare una famiglia e dei figli che mi hai negato come tante altre cose.
15:45 Alessandro: Finalmente una risposta ed una posizione precisa! Sono felice. Adesso so di certo che non sono la persona che possa darti quello che vuoi e mi defilo con umiltà. Sia chiaro non con gioia ma sereno. Ora che so di non poter fare di più per la tua vita mi sento sollevato e sento di poterti vivere come uno dei ricordi più belli della mia vita. Sii felice sempre. Forse questa sera dormirò tranquillo… Grazie Clara, senza sarcasmo, grazie davvero.
22:39 Clara: Non ti ho scritto nessuna nuova risposta. Già ti avevo detto e ridetto. L’essere vista emotivamente ovviamente comprende la possibilità di esser nn solo donna ma anche madre. Ma già ne eri a conoscenza. Non ti ho riferito nulla di nuovo. Cmq pare che lo scritto di oggi ti sia piaciuto di più.
_____________________________________________________________________________________________

Luisa | Roberta | Simona | Clara | Sara | Gabriella | Virginia | Olga | Franca

IT
Nudo di donna 2.0 è uno sguardo intimo, riservato, ironico, a tratti scabroso, su come agiamo la nostra esistenza  quando nessuno ci giudica. Uno sguardo che osserva la vita attraverso le chat che quotidianamente ci scambiamo su WhatsApp. Le chat sono reali, solo i nomi sono stati modificati per tutelare la privacy delle persone che hanno deciso di partecipare al progetto.

EN
Nudo di donna 2.0 is a close, reserved, ironic look, sometimes rough, that focuses on our behaving when nobody is able to judge us. A specific look that observes our lives through WhatsApp messages we send each other everyday.
Lots of women and men’s lives fragments collected to try to open a glimpse through those parallel lives that belong to us only. No one knows about them. No one knows that most of the times virtual networks become more real dimensions than reality itself.
If you’d like to take part in the project you can send your chats to marcello.simeone.it@gmail.com. All chats will be published anonymously.